In cassintegrazione da un anno, operaio si suicida


Aveva 41 anni, lavorava alla Renopress di Budrio. Non è il primo caso di questo tipo per la provincia di Bologna.

17 aprile 2010 - 15:41

Era in cassintegrazione da un anno, come tutti i suoi colleghi della Renopress di Budrio. Non ha retto più al timore di non farcela a tirare avanti e ieri mattina ha deciso di suicidarsi, impiccandosi nel garage della sua abitazione di Molinella. E’ la drammatica notizia riportata oggi sulle pagine locali di Repubblica. L’uomo era di origini lucane, aveva 41 anni, una moglie (disoccupata) e due figlie. Famiglia e amici sono certi che l’uomo sia arrivato al suicidio a causa della sua situazione lavorativa.

Quello di Molinella non è il primo caso di questo tipo per la provincia di Bologna. La scorsa estate un operaio di 32 anni si impiccò in casa del padre, a Castel San Pietro, dopo aver saputo che la ditta di Castel Guelfo per la quale lavorava lo aveva inserito tra gli “esuberi”.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati