Il nuovo che avanza: Merola annuncia “tolleranza zero” contro il degrado


Il sindaco vara una task force, e se la prende con bivacchi, cacche dei cani, minzioni in pubblico

28 luglio 2011 - 11:44

Che a Palazzo d’Accursio sieda un macellaio di centrodestra, un ex segretario di sindacato stalinista, un professore con una disinvolta idea dell’uso dei soldi pubblici, una commissaria prefettizia o un burocrate di partito come il vincitore delle ultime amministrative, la priorità del Comune resta la stessa.

L’emergenza abitativa? La situazione disperata dei servizi sociali? La fuga dei giovani laureati che dopo l’Università non trovano altro che precarietà e disoccupazione? Macché!

Ritorna l’eterna litania sul “degrado”, accompagnata immancabilmente dalla promessa della “tolleranza zero”. Ieri il sindaco Virginio Merola ha inaugurato la sua “task-force” antidegrado, a cui prendono parte, oltre a funzionari comunali, Hera e Polizia Muncipale.

Nel mirino del primo cittadino, che ha dettato la linea ai Vigili, ci sono i bivacchi, le cacche dei cani, le minzioni in luogo pubblico.

A proposito di queste ultime, la soluzione è delle più innovative:  “Stiamo studiando – assicura Merola- anche un progetto per l’apertura di bagni pubblici, in piazza Verdi e nel resto del centro”. Addirittura!

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati