Il Lazzaretto risponde alle dichiarazioni dell’assessore


Il Lazzaretto autogestito risponde alle dichiarazioni rilasciate questa mattina a Radio Città del Capo dall’Assessore Lazzaroni e rilancia il presidio per mercoledì 2. Pubblichiamo il comunicato del Lazzaretto Autogestito.

30 novembre 2009 - 19:21

A partire dalle luminarie

Apprendiamo con stupore dell´intervista rilasciata dall´assessore Luisa Lazzaroni a Radio Città del Capo in data 30 novembre 2009. Il Lazzaretto Autogestito ci tiene a precisare di non aver mai, nelle sue richieste, immaginato di sottrarre preziosissime risorse ai bisogni primari della popolazione bolognese. Tantomeno ci permetteremmo mai di costituire un ulteriore onere sulle spalle delle classi popolari. Ricordiamo all´assessore che anche nella gestione del Lazzaretto ci siamo sostituiti diverse volte all´amministrazione comunale, assumendoci responsabilità economiche che in base ai patti stipulati, dovevano spettare al Comune.

Inoltre abbiamo diverse volte collaborato con altre realtà (Cooperative Sociali e altre associazioni) che intervengono direttamente nei settori di difficoltà sociale.

Le nostre proposte riguardavano, tutte quante, possibilità che, come abbiamo già espresso in altri comunicati stampa, erano a costo zero per l´amministrazione comunale.

Non entriamo in merito al valore politico di certe affermazioni. Appare evidente che esse sono tese a far presa su chi è assolutamente esterno ad ogni logica di azione politica e che appaiono poco significative ad una riflessione seria sui bisogni reali di una città.

Sono infiniti i settori di intervento sui quali il Comune potrebbe agire per reperire risorse necessarie e i Centri Sociali e l´associazionismo in genere portano evidentemente, anche sul piano economico, ricchezze che certi atteggiamenti corrono il rischio di disperdere.

In merito ai bisogni della città potremmo avanzare diverse proposte e siamo disponibili ad un confronto davanti agli organi di stampa (cosa che noi abbiamo richiesto per ogni incontro e che ci è sempre stata da lei negata). Se volessimo utilizzare lo stesso linguaggio politico diremmo che si potrebbe risparmiare per esempio sulle spese affrontate per le luminarie del centro di Bologna che oltre ad essere disastrosamente care sul piano economico-ambientale, fanno luce solo su una città sempre più triste e ingrigita.

Invitiamo tutti i cittadini a partecipare al presidio di mercoledì 2 dicembre 2009 alle ore 17.00, davanti al Comune in Piazza Maggiore, per sostenere il Lazzaretto e per di no a Casa Paund, una realtà che non può essere considerata una associazione come le altre, visto che si ispira a ideologie vietate dalla Costituzione italiana e che quindi va fermata con chiarezza e immediatamente non dopo qualche ora di tempo…

Il Lazzaretto Autogestito, a conferma di quanto detto, si dichiara disponibile ad un incontro pubblico con l´Assessore Luisa Lazzaroni nei luoghi e nei tempi che lei riterrà opportuni.

Presidio 2 dicembre ore 17.00

Piazza maggiore, davanti al Comune

Per sostenere il Lazzaretto Autogestito

Per dire no a Casa Paund

Lazzaretto Autogestito

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati