Il Comune sfratta dieci migranti dalla residenza sociale di via del Lazzaretto


Ordinanza di sgombero firmata da Palazzo D’Accursio: tre giorni per lasciare la struttura, poi l’amministrazione “procederà coattivamente”.

03 aprile 2011 - 19:03

Il Comune di Bologna sfratta 10 migranti dalla residenza sociale  di transizione “Cabrini” di via del Lazzaretto: ricevuta la notifica di sgombero, avranno tre giorni per andarsene e portare via le loro cose. In caso contrario l’amministrazione “procederà coattivamente” e “senza alcun preavviso” a requisire i loro beni, che saranno conservati per un mese nei depositi comunali e poi, se nessuno passera’ a ritirarli, finiranno in discarica.

Ai dieci migranti era stato assegnato un posto letto in via del Lazzaretto tra il 2008 e il 2010. Quest’anno e’ stato avviato un procedimento di revoca dell’assegnezione per morosita’ o scadenza del periodo di autorizzazione alla permanenza nella struttura. Di qui l’ordinanza di Palazzo D’Accursio che ordina il loro allontanamento.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati