Il Comune irremovibile: il dormitorio di via Capo di Lucca chiuderà


E intanto si stima che, con la chiusura delle strutture dedicate al “piano freddo”, saranno 150 i senzatetto che si ritroveranno per strada.

16 marzo 2011 - 19:01

Si aggiunge il dormitorio di via Capo di Lucca al già lungo elenco di strutture per l’accoglienza per le quali il Comune di Bologna ha decretato la chiusura. Palazzo D’Accursio, infatti, con una nota ufficiale ha confermato ieri che il dormitorio chuderà il 20 marzo (nonostante, almeno per una volta, contro questa ipotesi si fossero espressi nei giorni scorsi parti del Pd, della Cgil e perfino un paio di aspiranti sindaci).

“La struttura di via Capo di Lucca- dice il Comune- e’ stata aperta nello scorso novembre, in occasione dell’avvio del ‘piano freddo’, e fin dall’inizio ne era prevista la chiusura alla fine di marzo”.  La chiusura di “strutture provvisorie attivate per affrontare l’emergenza freddo non e’ quindi una nuova prassi”, aggiunge la nota dell’amministrazione.

Intanto, però, non si può certo dire che il “piano freddo” fosse sufficiente visto che anche nelle notti di neve c’era chi dormiva per strada. E soprattutto, secondo le stime circolate oggi, resta da capire che fine faranno i 150 senzatetto che nei mesi scorsi si sono rivolti alle strutture invernali.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati