I Medi in piazza: “Così a scuola non si torna”


I medi si mobilitano contro i tagli del Governo, più di cinquecento studenti in piazza per dire no ai tagli che pesano su corsi e sicurezza e per opporsi alla trasformazione delle scuole in fondazioni private. Già fissati i prossimi appuntamenti.

10 novembre 2009 - 13:01

Circa cinquecento  studenti hanno partecipato questa mattina al corteo indetto dalle scuole superiori  per protestare contro i tagli del governo, che stanno già causando la scomparsa di numerosi indirizzi sperimentali, e per opporsi al tentativo di trasformare le scuole come le università in fondazioni private. Il corteo partito da Piazza Maggiore intorno alle 9 ha attraversato il centro cittadino sostando alcuni minuti per un sit-in in via Irnerio per poi ritornare da via Indipendenza in piazza.  Tra gli striscioni ” libera scuola in libero stato” e molta attenzione anche al tema della sicurezza sempre più minato dai tagli. Il 17 Novembre infatti è prevista una fiaccolata, che vedrà la partecipazione anche degli studenti dell’Onda, per ricordare la morte dello studente torinense colpito dal crollo del tetto della scuola. Nel frattempo  appuntamento il 13 Novembre alla facoltà di Lettere e Filosofia per partecipare all’assemblea cittadina, indetta dall’Onda e che coinvolgerà tutto  il mondo della formazione.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati