“I ♥ Xm24”


Una petizione per salvare lo spazio sociale di via Fioravanti, messo a rischio da una delibera comunale passata nel silenzio generale. Per fare posto ad una rotonda.

04 ottobre 2012 - 19:54

Il comunicato di Xm24:

Invitiamo tutte e tutti, singoli, spazi sociali, collettivi, artisti, musicisti, ecc, ecc a firmare la petizione a sostegno dell’Xm24!!!

Con una variante al progetto approvato nell’ambito del Laboratorio di Urbanistica partecipata Ex Mercato (2005-2008) l’amministrazione comunale ha previsto la demolizione di oltre un terzo della superficie complessiva dell’edificio che ospita le attività dello spazio pubblico autogestito Xm24, nonché la cancellazione della “piazza pubblica” che ospita ogni giovedì il Mercato contadino biologico.

Una maxirotonda non prevista dal progetto originario verrà costruita all’incrocio tra via Fioravanti e via Gobetti senza che nessun comunicato ufficiale lo abbia reso noto. Una decisione presa tra le mura dei palazzi istituzionali si candida così a vanificare gli esiti di un processo partecipativo che ha coinvolto centinaia di abitanti della Bolognina, associazioni e spazi sociali.

Nel frattempo sembra che i costruttori riuniti nel Consorzio Mercato Navile non vogliano rinunciare a pochi metri di cantiere per consentire la creazione di una nuova “piazza pubblica” nell’area retrostante l’Xm24, con buona pace di Trilogia Navile che, per vendere i propri lussuosi appartamenti a cifre spropositate al metro quadro, demolirebbe più che volentieri l’intera esperienza di uno spazio pubblico presente da dieci anni in quartiere.

Con questa petizione chiediamo all’amministrazione comunale di assumersi le proprie responsabilità, individuando con l’assemblea di gestione dell’Xm24 le soluzioni più idonee a salvaguardare la prosecuzione di tutte le attività sociali e culturali che hanno sede nello spazio, compresa una “piazza pubblica” equivalente a quella dove fino a oggi si e’ svolto il Mercato contadino biologico.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati