I lavoratori dell’Asp Irides al fianco degli educatori di Casalecchio


Ordine del giorno approvato dall’assemblea: “Solidarizziamo con la mobilitazione di queste lavoratrici e di questi lavoratori, tesa a garantire qualità del lavoro e dei servizi”.

05 marzo 2011 - 14:36

Ordine del giorno dell´assemblea delle lavoratrici e dei lavoratori dell´ ASP Irides di Bologna in sostegno alla lotta delle educatrici e degli educatori del Distretto di Casalecchio

Come ormai noto, in seguito ai tagli degli interventi educativi prospettati dall´Azienda Speciale Consortile ( ASC ) Insieme nata circa un anno fa a Casalecchio di Reno, gli educatori hanno aperto uno stato di agitazione che intende portare  alla luce alcuni temi di discussione che coinvolgono tutto il sistema dei servizi in rete e la figura professionale dell´educatore.

Quello che è in gioco è:

–  una riorganizzazione dei servizi che colpisce prevalentemente e pesantemente l´area della prevenzione togliendo risorse agli interventi educativi rivolti a minori in situazione di disagio psicosociale  e disabilità. Così facendo si mettono a rischio le fasce più deboli della società, quelle che più necessitano di politiche di integrazione sociale.

– una modalità solo contabile di affrontare le difficoltà che derivano da minori risorse economiche che richiederebbero invece una valutazione soprattutto tecnica.

La proposta non è stata discussa e condivisa con gli educatori che da 15 anni gestiscono i servizi nel territorio e che proprio grazie al basso turn over garantiscono, oltre alla continuità della relazione educativa, l´efficacia della rete costruita nel territorio con Scuole, referenti comunali, operatori dei servizi sociali e sanitari, operatori delle forze dell´ordine, associazioni culturali e di volontariato.

Pertanto, pur fortemente consapevoli della gravità dei tagli operati dal Governo centrale,  come lavoratori impegnati quotidianamente nei servizi alla persona, chiediamo che ogni decisione sull´organizzazione dei servizi sociali del Distretto di Casalecchio sia discussa con chi opera su quei servizi e con le OO.SS. che li rappresentano, e solidarizziamo con la mobilitazione di queste lavoratrici e di questi lavoratori, tesa a garantire qualità del lavoro e dei servizi.

Le lavoratrici e i lavoratori dell´ASP Irides

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati