“Giù le mani dal welfare!”


Riceviamo e pubblichiamo dalla campagna “Welfare in comune”. Assemblea cittadina martedì 9 novembre’010 alle 21 nella Sala Benjamin di via del Pratello 53.

01 novembre 2010 - 11:18

Il 9 di novembre è indetta una assemblea cittadina promossa dalla campagna Welfare in comune, per collegare le varie mobilitazioni dei lavoratori e dei cittadini contro i tagli al welfare della città di Bologna.
Welfare in comune è una campagna che vuole difendere e rilanciare lo stato sociale. La crisi, che ha investito prepotentemente anche il nostro territorio, viene fatta pagare ai settori popolari: si tagliano i servizi, aumentano le tariffe, si sottrae reddito ai lavoratori, mentre aumenta la precarietà sociale e la disoccupazione.
Le amministrazioni locali, regionali e nazionali, sono corresponsabili di tutto questo, favorendo ancora una volta la rendita, le privatizzazioni e i soliti noti…

Di fronte a tutto questo i lavoratori e i cittadini stanno iniziando ad organizzarsi e a mobilitarsi. Oggi occorre mettere in rete tutto questo, per rendere più incisiva una azione che metta al centro gli interessi comuni a scapito dei soliti interessi privati.

In allegato l´appello della campagna con i primi firmatari tra lavoratori, utenti e cittadini di Bologna. La raccolta delle sottoscrizioni all´appello continua, chiunque volesse aderire, e partecipare alla campagna Welfare in Comune, come singolo o come associazione, gruppo, organizzazione è invitato a farlo inviando una mail a: welfareincomune@gmail.com

Campagna Welfare in comune!

* * * * * * * * * * *

Appello contro i tagli al welfare voluti dall´amministrazione di Bologna

Bologna, tradendo la sua storica vocazione, organizza lo smantellamento del welfare cittadino un tempo vanto di un orientamento politico sociale teso a offrire il meglio ai suoi cittadini. Con la gestione commissariale, del già prefetto Anna Maria Cancellieri si rischia di arrivare a un punto di non ritorno in quanto i tagli annunciati, e in parte già attuati, hanno un carattere strutturale: taglio generalizzato di risorse a tutti i servizi sociali, chiusura e smantellamento delle strutture di sostegno sociale, massiccia privatizzazione del settore educativo e scolastico, aumento delle tariffe per l´accesso ai servizi comunali, aumento degli affitti in casa popolare, aumento del costo del biglietto dell´autobus, taglio delle risorse ai servizi culturali pubblici, taglio degli stipendi e licenziamento dei lavoratori precari comunali, svendita del patrimonio pubblico. Assistiamo da anni alla riduzione dei finanziamenti agli enti locali da parte dei vari governi nazionali che si succedono, che ha visto il suo apice con la finanziaria di Tremonti.
In questo contesto le amministrazioni regionale e provinciale, a fronte di proclami anti-governativi, non mettono in campo azioni efficaci di contrasto agli effetti di questa crisi economica di cui non si vede la fine. Queste decisioni che mettono a rischio la coesione sociale nel nostro territorio, non producono nessuna reazione nella gran parte delle organizzazioni politiche, che irresponsabilmente sperano che il “lavoro sporco” venga fatto delle gestione commissariale prima delle prossime elezioni amministrative.
Per questo è importante che siamo noi cittadini-utenti e lavoratori dei servizi a far sentire alta una voce che si assuma la responsabilità di difendere in prima persona lo stato sociale del nostro territorio.

Diamo un primo appuntamento a tutti/e per un´assemblea cittadina il 9 novembre alle ore 21 presso la Sala Benjamin, in via del Pratello 53.

* * * * * * * * * * *

PER LA CAMPAGNA CITTADINA WELFARE IN COMUNE

Enrico cavalieri (bibliotecario), M. Grazia De Giorgio (bibliotecaria), Marta Facen (bibliotecaria), Antonio Vitiello (collaboratore asilo nido), Grosso M. Luisa (insegnante materna), De Concilliis Lorella (educatrice nido), Debora Maracino (collaboratrice nido), Tamara Campanaro (precaria), Enzo Cesare (polizia municipale), Sonia Bandiera (call center), Monica Sabbatini (scuola), Francesco Bonfini (maestro), Katia Corona (maestra), Antonina Alessandra Basciano (maestra), Elisabetta Atzeni (maestra), Laura Corazzari (collaboratrice scolastica), Rosina Romano (collaboratrice scolastica), Youssef Essali (inquilino sfrattato), Paolo Fregni (inquilino sfrattato), Davide Bonfanti (studente), Fatima Kassabi (assegnatario casa popolare), Mohamed Tached (assegnatario casa popolare) Racida Zauri (assegnatario casa popolare), Bruno Nedi (assegnatario casa popolare), Fabio Perretta (Educatore Coop. Soc.),
Marcella Masperi (Unipol), Eros Lancianese (Educatore Coop. Soc), Francesco Di Nubila (Educatore Coop. Soc), Nicola Franceschi (Educatore Coop. Soc), Margherita Rinaudo (Educatrice Coop. Soc), Luisa Lindo (Coop. Soc. Martin Pescatore), Massimo Dondi (disoccupato), Giorgio Catalfamo (Educatore Coop. Soc), Lorenzo Bettini (disoccupato), Alessandro Rossini (Educatore Coop. Soc), Antonio Fusaro (Educatore Coop. Soc), Eliana Rauseo (Educatrice Coop. Soc), Filomena Magurno (Educatrice Coop. Soc), Mariarosa Di Marco (Educatore Coop. Soc), Paolo Casarini (Educatore Coop. Soc.), Roberto Sassi (Educatore Coop. Soc.), Marco Mascitelli (Hera), Alberto Boni (FS), Gianfranco Pondori (Ospedale S.Orsola), Giovanni Bazzocchi (Universita’ Bologna), Pompeo Petito (Fini Compressori), Massimiliano Marini (Ospedale S.Orsola), Roberta Baratti (Ospedale S.Orsola), Vincenzo Grosso (Ospedale S.Orsola), Valentina Morri (Ospedale S.Orsola), Rossana De Simone (precaria), Antonio Lomonaco (Royal Hotel), Lucia Bocchi (Royal Hotel), Alberto Rambaldi (Coop Saragozza), Wladimiro Galletti (Coop Saragozza), Gabriella Gabrielli (ACER), Raffaele Ranni (Fondazione Aldini Valeriani), Cristina Rizzinelli (Coopertone), Manuel Mesoraca (Cooperativa Sociale “La Rupe”), Enrico dalla Capa (ATC), Lorenzo Elmi (ATC), Annalisa Cocuzza (ATC), Manuela Garzia (ATC), Davide Cinelli (inps), Giovanni Vulcano (inps), Fabrizio Billi (inps), Elena Succi (inps), Giovanni Mele (inps), Donatella Grannini (inps), Angelo Morro (Ospedale S.Orsola), Luca la Placa (Ospedale S.Orsola), Valentina Magri (Ospedale S.Orsola), Ines Barbieri (assegnatario casa popolare) Pietro Botte (assegnatario casa popolare), Angela Negrini (assegnatario casa popolare), Assunta Polidozzi (Ospedale S.Orsola), Elena Borosina (Ospedale S.Orsola), Marco Busi (Ospedale S.Orsola), Nunzia Vitale (Ospedale S.Orsola), Laura La rosa (Ospedale S.Orsola), Francesco Francavilla (Ospedale S.Orsola),  Sabrina Belgio (Ospedale S.Orsola), Vita Cincimino(Ospedale S.Orsola), Carmen Cammisa (Ospedale S.Orsola), Leonardo Candelieri (Ospedale S.Orsola), Rita Mantione (Ospedale S.Orsola), Laura Battiato (ATC), Simone Raffaelli, educatore scolastico (Liceo Leonardo da Vinci di Casalecchio, ITIS Belluzzi), Alessandra Cuozzo (ATC), Maria Emanuela Garzia (ATC), Elena Grindi (ATC), Donatella Rotondo (Ospedale S.Orsola), Giovanna Paganelli (Ospedale S.Orsola), Fabiana La Spina (ATC), Silvia Fortuzzi (ATC), Claudio Zeron (ATC), Giuseppe Falla (Ospedale S.Orsola), Alessandro Savino (ATC), Patrizia Albanese (ATC), Giuseppe Tornabe (Ospedale S.Orsola), Giuliano Riveri (ATC), Pietro Rossi (ATC), Albertina Cavazza (ATC), Barbara Rinaldi (ATC), Alfonso Russo (ATC), Massimo Visani (ATC), Romand Marie Noelle (CUP 2000), Stefania Suriano (uni salute), Francesco Cusano (Ospedale S.Orsola), Gaetano Di Martino (Ospedale S.Orsola), Melania Cammisa (Ospedale S.Orsola), Simona Suriano (coop dolce).

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati