Gigi Roggero: «Il rettore cerca di scatenare una guerra tra poveri» [audio]


Un’intervista raccolta stamattina da Radio Onda d’Urto sull’operazione di crumiraggio nei piani dell’Alma Mater

15 settembre 2010 - 17:21

A fronte del ricatto di Dionigi, che ha annunciato ieri un bando per docenti a contratto che rimpiazzino i ricercatori che hanno annunciato il blocco della didattica «va costruito un fronte unitario di mobilitazione tra ricercatori, precari e studenti contro la dismissione dell’università, contro i tagli, per la costruzione di una nuova università che riesca a sbarazzarsi di quei baroni che, ancora una volta, stanno dimostrando da che parte stanno nei confronti della ricerca». E’ l’auspicio di Gigi Roggero, sociologo del lavoro e delle trasformazioni econimiche, assegnista di ricerca a Scienze Politiche, nell’intervista di stamattina all’emmittente antagonista di Brescia. «Dobbiamo attenderci posizioni simili da parte di rettori di altri atenei», ha anche detto Roggero.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati