Già 700 firme per Bartleby


All’appello, promosso per ottenere dall’Università la possibilità di dare continuità ai progetti di Bartleby in via San Petronio Vecchio, hanno aderito anche Dario Fo e Franca Rame. Stasera ultima iniziativa prima dell’estate.

02 luglio 2011 - 13:18

Prosegue la sottoscrizione all’appello che chiede all’Università di Bologna di garantire la continuità del progetto Bartleby negli spazi di Via San Petronio Vecchio.

Moltissime persone, ormai più di 700, del mondo della cultura, dell’arte e della politica, oltre a moltissimi studenti, precari, ricercatori e docenti universitari hanno firmato l’appello.

Il sostegno a Bartleby si allarga e arriva anche da due persone che della loro vita hanno fatto una battaglia politica e culturale, Franca Rame e Dario Fo. Con una mail i due grandi artisti “aderiscono all´appello, in difesa di tutti quegli spazi che creano, promuovono e sviluppano la cultura e l´informazione”.

Ribadiamo che le soluzioni che ci vengono proposte dai vertici dell’Ateneo non garantiscono nulla, anzi, semmai sembrano il tentativo di voler ridimensionare e soffocare la nostra esperienza, non cogliendo (soli ormai in questa città) la necessità di spazi come Bartleby, dove la cooperazione sociale di studenti, artisti e cittadini, anziché essere criminalizzata diviene ricchezza collettiva.

Invitiamo tutti domani sera, sabato 2 luglio, a Bartleby per la serata di chiusura di quest’anno. Si inizia con uno spettacolo teatrale alle 20, prodotto dentro gli spazi di San Petronio Vecchio: “Escuriale”, liberamente tratto dal testo di Michel De Ghelderode, con Yuri Dini e Alessio Berrè. A seguire danze aperte per tutti.

Ci salutiamo domani per rivederci a settembre, per difendere Bartleby, riprenderci spazi, cultura e reddito!

Bartleby

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati