Fincantieri, occupato aeroporto a Genova e bloccata circonvallazione a Palermo


Torna ad alzarsi la tensione contro il piano di riorganizzazione aziendale: 140 i licenziamenti previsti.

04 gennaio 2012 - 15:09

(dal sito di Radio Onda d’Urto)

Ancora proteste contro il piano di riorganizzazione Fincantieri. Gli operai dello stabilimento navale, che a Sestri ponente presidiano i cancelli della fabbrica, chiedono un incontro urgente al ministro dello Sviluppo economico, Corrado Passera. Per fare pressione sul neoministro oggi occupato a oltranza l’atrio dell’aeroporto, davanti al check-in posto uno striscione con cui si chiede ‘certezza’ per il futuro.I tassisti in servizio all’aeroporto di Genova hanno scioperato per un quarto d’ora, questa mattina, in segno di solidarietà con gli operai Fincantieri. Solidarietà è arrivata anche dalle Rsu dell’aeroporto Cristoforo Colombo, che hanno distribuito un volantino tra i passeggeri: “Siamo con le tute blu – si legge – e con la loro lotta”

Proteste anche a Palermo. La tensione è alta davanti ai cancelli dello stabilimento, dove le tute blu durante l’assemblea hanno contestato Fim e Uilm – firmatarie a livello nazionale dell’accordo che prevede 140 licenziamenti – e deciso di presidiarne l’ingresso per tutta la giornata e di continuare ad oltranza fino a mercoledì prossimo, data in cui é stata fissata dall’assessore regionale alle attività produttive, Marco Venturi, d’intesa con il prefetto di Palermo, Umberto Postiglione, una riunione con sindacati e azienda. Per fare sentire alle Istituzioni tutta la loro rabbia gli operai hanno bloccato la circonvallazione a Palermo, snodo fondamentale che attraversa la parte nord della città e che collega le autostrade per Trapani e Messina. Il traffico è paralizzato, con lunghe code di auto, in viale Regione siciliana e nelle zone limitrofe.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati