Egitto / Nominato premier un uomo del “ancien regime”


Tregue tra manifestanti e forze dell’ordine, dopo cinque giorni di scontri e 41 morti tra i manifestanti. Oggi prevista una nuova manifestazione oceanica

25 novembre 2011 - 13:23

(dal sito di Radio Onda d’Urto)

Ha retto per tutta la notte la tregua raggiunta al Cairo fra manifestanti e forze dell’ordine che per cinque giorni si sono affrontati a piazza Tahrir e nei pressi del ministero dell’Interno egiziano, provocando la morte di 41 persone, e in serata la giunta militare al potere, dopo aver chiesto scusa per la violenta repressione degli ultimi giorni e confermato l’avvio delle elezioni per lunedì prossimo, ha dato l’incarico di formare il nuovo governo ad un ex uomo di Hosni Mubarak, Kamal el-Ganzuri. Settant’anni, più volte ministro e premier dal 1996 al 1999, considerato uomo del passato regime ma fuori dai giochi da molti anni e senza scheletri nell’armadio, Ganzuri ha accettato l’incarico dopo un colloquio con il capo del Consiglio militare, maresciallo Tantawi.

La piazza si è però subito espressa criticamente, con i giovani rivoluzionari del “6 aprile” che hanno parlato apertamente di “ancien regime”. A quella piazza per le vittime della repressione di questi giorni i militari hanno pronunciato ancora parole di scuse e di condoglianze. Scuse respinte dalla piazza, che ribadisce di accontentarsi solo della fine della gestione dei militari e di un governo di transizione civile. Oggi attesa una nuova grande manifestazione di piazza al riguardo

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati