Educatori contro i tagli: “No alla preintesa sulle coop di Cgil, Cisl e Uil”


Ieri assemblea sindacale a Casalecchio: in 59 su 71 bocciano la proposta dei confederali sul contratto nazionale delle cooperative sociali. “Un voto contro la precarietà, il contratto di apprendistato e i tagli”.

17 gennaio 2012 - 19:35

Ieri sera, riuniti in assemblea sindacale, gli operatori e le operatrici del distretto di Casalecchio di Reno hanno decisamente respinto la preintesa sul Ccnl delle Cooperative sociali proposta da Cgil, Cisl e Uil, con 59 voti contrari, 5 favorevoli e 7 astenuti.

Il nostro è stato un voto contro la precarietà, contro il contratto di apprendistato e contro un governo che fa cassa tagliando sui servizi e sui diritti di chi lavora.

E’ stato un voto per un sindacato democratico, capace di accogliere le istanze che vengono dal basso, effettivo rappresentante dei nostri bisogni.

Erano presenti più di 70 (in 64 hanno siglato il foglio presenze) educatrici, educatori e Oss di Cadiai, Coop Libertas Assistenza, Csapsa, Coop Attività sociali, Ancora, Dolce, Centri Accoglienza la Rupe.

Aspettiamo i risultati definitivi a livello provinciale e nazionale: si tratta solo dell’inizio di un percorso in difesa non solo dei nostri servizi, ma anche dei diritti di tutti e tutte.

Per noi è stato anche un grande risultato riuscire a fare una discussione di questo genere davanti a tante colleghe e colleghi di realtà così diverse, a dimostrazione che prima di tutto i nostri interessi sono gli stessi a prescindere dalla cooperativa per cui lavoriamo e del tipo di servizio su cui siamo impiegati.

Educatrici ed educatori contro i tagli

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati