E’ morto l’artigiano che si era dato fuoco a causa dei debiti


Aveva riportato ustioni gravissime su tutto il corpo. La notizia della morte è arrivata da Parma, dove il 58enne era stato ricoverato mercoledì.

06 aprile 2012 - 23:57

E’ morto oggi l’artigiano di 58 anni che, a causa dei troppi debiti, mercoledì aveva deciso di suicidarsi dandosi fuoco nel parcheggio della Commissione tributaria, in via Nanni Costa. L’uomo aveva riportato gravissime ustioni su tutto il corpo ed era stato ricoverato all’Unita’ operativa di prima Anestesia e Rianimazione dell’azienda ospedaliero-universitaria di Parma che oggi, con una nota, annuncia il decesso.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati