E la Lega prepara il bluff: piazza Maggiore ricoperta di stand


Salvini l’ha sparata grossa annunciando 100.000 persone per domani. Ma le strutture allestite per il Cioccoshow di spazio libero per i manifestanti non ne lasciano granchè.

07 novembre 2015 - 20:01

Qualche settimana fa Matteo Salvini dichiarava baldanzoso che avrebbe portato a Bologna, per domani, addirittura 300.000 persone. Poi, avvicinandosi l’evento, il Carroccio ha abbassato di un bel po’ l’asticella affermando di puntare a 100.000 persone. Alle sparate di Salvini, così come a quelle di Berlusconi che domani sarà con lui sul palco, non sono certo una novità. E si può scommettere che, indipendentemente da come andranno realmente le cose, domani gli organizzatori sfoggeranno cifre altisonanti. Prima ancora che leghisti e altri destrorsi calino su Bologna, però, è bene dare un’occhiata a come si presenta la piazza Maggiore dove si raduneranno. Sono stati allestiti, infatti, numerosi e gradi stand: sono gli stessi che verranno utilizzati per il Cioccoshow, che iniziera l’11. Le strutture coprono sia l’area tra Palazzo D’Accursio e l’inizio del Crescentone che quella tra Crescentone e il palazzo dei Banchi, sul lato opposto. Resta sgombro, insomma, solo il Crescentone stesso e le due aree esterne sul lato lungo. Altri stand occupano una parte di piazza del Nettuno e l’angolo di piazza Maggiore che affaccia su piazza Re Enzo. E poi dovrebbe essere montanto anche il palco per il comizio. Di spazio libero per i manifestanti, insomma, non ne resta granchè rispetto alle dimensioni complessive della piazza. Nel frattempo in vista della manifestazione la statua del Nettuno è stata circondata con una gabbia di ferro e  per domani è stata decisa la chiusura di musei e altri edifici in zona. Si vede che anche il Comune ha una certa paura della calata fascio-leghista…

Piazza Maggiore - Foto Zic.it

Tweet about this on TwitterShare on Facebook0Share on LinkedIn0Share on Google+0Share on Tumblr0


Articoli correlati