Dozza, morto un detenuto tossicodipendente


Lo hanno trovato questa mattina nella sua cella: era in attesa di giudizio.

05 luglio 2010 - 14:22

Un uomo di circa trent’anni, tossicodipendente, e’ morto questa notte all’interno del carcere della Dozza di Bologna. Si tratta di un detenuto italiano in attesa di giudizio. E’ stato trovato nel suo letto e, secondo i primi accertamenti, sarebbe morto per cause naturali.

Con l’occasione ripubblichiamo un passaggio estratto da un appello nazionale diffuso meno di un anno fa da alcune associazioni, tra cui Forum Droghe e Antigone: “Sono almeno 10.000 i detenuti tossicodipendenti in carcere che potrebbero usufruire dell’affidamento speciale previsto per chi deve scontare una pena inferiore a 6 anni. Per risolvere il problema del sovraffollamento non bisogna costruire nuove carceri: la priorità assoluta è svuotarle delle persone che non ci devono stare. Il Governo deve assumere le sue responsabilità”.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati