Dozza, i detenuti protestano contro il sovraffollamento


Ieri si sono fatti sentire sbattendo le stovigle: sono 1.150 contro una capienza massima di 502.

18 maggio 2010 - 13:25

Da ieri i detenuti del carcere bolognese della Dozza protestano contro le condizioni di sovraffollamento in cui sono costretti a vivere: al momento, infatti, all’interno delle celle ci sono 1.150 persone contro una capienza massima di 502. Ieri, prima a mezzogiorno e poi alle 17, i detenuti si sono fatti sentire sbattendo le stoviglie contro le grate e i cancelli delle celle. E’ probabile che l’iniziativa possa ripetersi.

> Leggi: Carceri, ovvero “produrre sofferenza per creare profitto”

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati