Dopo Roma, perquisizioni in otto appartamenti


Ma solo in una sarebbe stato sequestrato materiale definito “compromettente”.

17 ottobre 2011 - 20:02

Anche Bologna è stata interessata dalle numerose perquisizioni compiute questa mattina dopo gli incidenti registrati sabato a Roma: Digos e Ros si sono presentati a casa di 12 attivisti dell’area anarchica.  Sotto le Due torri sono state controllate otto abitazioni, ma solo in una sarebbe stato sequestrato materiale definito “compromettente”: ad esempio caschi e maschere anti-gas, ma non strumenti di offesa. Quattro dei 12 erano già stati fermati e controllati ieri in Appennino, mentre percorrevano l’autostrada in direzione di Bologna: a bordo del camper su cui viaggiavano la Polizia avrebbe ritrovato altro materiale protettivo ed un martello.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati