Da Vienna / Blocco all’ambasciata italiana


Aggiornamenti dai nostri corrispondenti a Vienna: blitz sotto l’ambasciata italiana per protestare contro l’inchiesta “Rewind” portata avanti dalla Procura di Torino.

13 marzo 2010 - 13:36

“No rewind – Uniriot we all behind that sfield, Torin g8 university summit” e “No rewind, rewave”. E’ con questi striscioni che poco fa una delegazione di studenti italiani ha bloccato il traffico sotto l’ambasciata italiana a Vienna, la città scelta per ospitare il summit dei ministri dell’istruzione in occasione del decennale del Bologna process.

Il blitz, a cui hanno partecipato circa 200 persone, è cominciato intorno a mezzogiorno per protestare contro l’inchiesta “Rewind” e il processo, iniziato a Torino, per le contestazioni al G8 University summit dello scorso maggio.

Nonostante l’arrivo della polizia, il blocco è proseguito per diversi minuti. Poi gli studenti sono tornati al campus per partecipare alle ultime assemblee in programma.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati