Da RdB a USB


Al congresso regionale delle RdB sancita la confluenza nella nuova Unione Sindacale di Base, che nascerà tra un mese a Roma. Mobilitazione davanti alla Regione il prossimo 13 maggio. Ripubblichiamo il comunicato diffuso ieri

27 aprile 2010 - 14:02

Bologna – lunedì, 26 aprile 2010

Una straordinaria assemblea regionale congressuale animata da oltra 170 delegati RdB di tutti i settori lavorativi quella che si è tenuta sabato 24 aprile nella Sala polivalente del consiglio regionale a Bologna.

Il congresso, l’ultimo nella storia delle RdB dell’Emilia-Romagna che, insieme ad altre organizzazioni sindacali, si apprestano a dare vita all’Unione Sindacale di Base (U.S.B), si e’ aperto con un breve FILMATO che ripercorre i momenti salienti della storia RdB sul nostro territorio

Molti gli invitati che sono intervenuti portando il saluto al congresso. Fra questi il dott. Lorenzo Broccoli in rappresentanza del Presidente della Giunta regionale Vasco Errani il quale ha espresso il convincimento, da noi condiviso, che si debba aprire una fase di relazioni stabili fra noi e la stessa Giunta. Il movimento 5 stelle ha mandato un caloroso ed impegnativo nei contenuti, saluto scritto a firma del neo consigliere Giovanni Favia.

Auguri per la riuscita del congresso sono arrivati anche dal PRC e da SEL, con il primo che si detto interessato ad un incontro con noi nei prossimi giorni. Sono intervenuti anche esponenti di organizzazioni politiche con cui in questi anni abbiamo fatto pezzi di strada insieme, fra i quali Tiziano Loreti di Sinistra critica che ha annunciato la decisione di iscriversi a U.S.B, Michele Terra del PCL e Carlos Venturi della rete dei comunisti.

Sul versante sindacale è intervenuto l’ esponente della rete 28 aprile della cgil, nonché segretario Fiom di Parma, Sergio Bellavita. Hanno poi contribuito al dibattito nella veste di partecipanti alla fondazione del nuovo sindacato anche Nicoletta Frabboni (flmu cub)e Giuseppe Dambrosio (SdL) mentre la segreteria regionale dello Snater (sindacato presente in Telecom e Rai) ha inviato un documento con il quale si annuncia che “saremo al vostro fianco nella realizzazione del nuovo sindacato di base”.

Le delegate e i delegati RdB hanno poi dato vita ad un appassionato dibattito sulle motivazioni che ci hanno spinto a fondare questo nuovo sindacato che avrà carattere generale, indipendente, conflittuale ed infine profondamente democratico al proprio interno.

Fra i vari interventi ricordiamo quello di Youssef di ASIA 8associazione inquilini assegnatari) che ha parlato della tendopoli che da 19 giorni si trova in Pzza. Liber Paradisus a Bologna.

A conclusione del dibattito e’ stata approvata con un lungo applauso la proposta di una giornata di mobilitazione regionale per il 13 maggio con presidio davanti al Palazzo regionale che rimetta al centro la necessita’ di efficaci politiche di contrasto alla crisi economica, ai vari attacchi allo stato sociale, ai servizi pubblici, alla pubblica amministrazione e ai diritti dei lavoratori.

Il congresso ha anche approvato una mozione di solidarietà ai lavoratori greci in lotta contro le politiche dei sacrifici che il loro governo, con il beneplacito dei rimanenti governi europei, cerca di imporre loro.

Infine all’unanimità sono stati eletti i delegati al congresso nazionale del 21-22-23 maggio con il quale si darà formalmente vita all’Unione Sindacale di Base.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati