Culture / Il Caso S: cosa bolle nella pentola degli storici bolognesi


Riceviamo e volentieri pubblichiamo la presentazione del nuovo blog di “un gruppo di aspiranti storici” con l’ambizione di “far uscire il dibattito storiografico” dai “circoli accademici”

16 maggio 2011 - 12:42

Il Caso S. (www.casoesse.org) è un blog un po’ particolare. Nato dalla volontà di un piccolo gruppo di aspiranti storici dell’università di Bologna, si promette di far uscire il dibattito storiografico al di fuori dei circoli accademici. Come? Il punto di partenza è la pubblicazione, a cadenza stagionale, di una serie di interventi, tutti venuti fuori da un periodo più o meno lungo di ricerca sulle fonti e sulla letteratura, collegati ad una parola-chiave. Tutto sul web, a disposizioni dei commenti e delle critiche altrui, non solo accettate ma addirittura attese. Il lettore avrà, infatti, la possibilità di curiosare nella cosiddetta cassetta degli attrezzi: una pagina web che raccoglie gli appunti, le discussioni e i materiali necessari alla stesura dell’articolo.
La prima “uscita ufficiale”, ad esempio, ruota attorno a «Unitalia?» e si arricchirà di contenuti ancora per un mese, tutti sulla questione dell’unità nazionale. L’idea è venuta fuori, come dichiarano nell’editoriale, da un ragionamento critico fatto sulla «“strana” lezione di storia di Benigni al festival di San Remo»: necessario, aggiungiamo noi, visto che, con la scusa di arginare i secessionisti, il comico non ha saputo far altro che inneggiare a fantomatiche divisioni etniche da far risalire addirittura a Giulio Cesare. In più, si trovano già da subito recensioni di cinema, letteratura e storiografia, ma anche aneddoti e falsi miti da sfatare.
A leggere solo il loro “Manifesto” è chiara l’idea di fondo: «Crediamo che le scienze sociali, tutte, non possano ridursi a svolgere un ruolo di sostanziale mantenimento dello status quo, ma debbano mettere in pratica tutto il loro potenziale critico». Ambizioso, senz’altro. Staremo a vedere!

www.casoesse.org
casoesse@gmail.com
http://we.riseup.net/coordinamentostorici

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati