Cub verso lo sciopero generale


Riceviamo e pubblichiamo dalla Cub Scuola Università e Ricerca della provincia di Bologna

26 maggio 2010 - 10:50

La federazione provinciale CUB Scuola Università e Ricerca di Bologna si impegnerà ad organizzare lo sciopero generale con la CUB Nazionale. Le recenti riforme di Scuola e Università sono inaccettabili come inaccettabile è il collegato al lavoro che rende ancora più precari i lavoratori. L’ultima manovra finanziaria non fa che aggravare le condizioni economiche di lavoratori pubblici precari e non, e dei cittadini in generale grazie ai conseguenti tagli di servizi degli enti locali. Come sempre a pagare siamo noi e ora è indispensabile un risposta di tutti. Non bastano scioperi di singole categorie. Non c’è altra possibilità che uno sciopero generale del sindacalismo di base!

Federazione provinciale CUB Scuola Università e Ricerca di Bologna


CUB verso lo sciopero generale

La CUB per lo sciopero generale a giugno. Tiboni, CUB: “Tra le nostre proposte l’introduzione della patrimoniale, il taglio delle spese militari e lotta all’evasione fiscale, risorse da utilizzare per garantire il diritto al lavoro e al reddito”.

“La Confederazione Unitaria di Base è per la proclamazione dello sciopero generale, insieme al resto del mondo del sindacalismo di base e alle realtà sociali” rende noto Piergiorgio Tiboni, coordinatore Nazionale della CUB “previsto per la seconda metà di giugno”.

L’aggravamento della situazione occupazionale, con perdita di posti di lavoro, necessita la continuazione della lotta per il diritto al lavoro, contro la precarietà e per la salvaguardia del reddito.

La CUB pone una serie di proposte alternative contro le misure annunciate dal governo, che a dispetto dei proclami elettorali, con le nuove misure preannunciate in questi giorni, mette ancora una volta le mani nelle tasche di lavoratori e pensionati.

“CUB propone l’introduzione della tassa patrimoniale sui grossi patrimoni, il taglio delle spese militari e una forte ed efficace lotta all’evasione fiscale, con l’obiettivo di raccogliere risorse da utilizzare per garantire il diritto al lavoro e al reddito” conclude Tiboni.

Milano 18 maggio 2010.
CUB – Confederazione Unitaria di Base

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati