Comune: “Fino a 1.000 telecamere, puntando su privati”


Intanto la Polizia municipale, in un anno, ha firmato la bellezza di 673 multe per “bivacco e accattonaggio” ed effettuato 129 sgomberi.

21 giugno 2012 - 12:08

Passare dalle attuali 315 telecamere per la videosorveglianza già disseminate sul territorio di Bologna a quota 1.000, puntando sul coinvolgimento di “occhi elettronici” privati. E’ l’obiettivo del Comune di Bologna, annunciato ieri dalla Polizia municipale. A livello numerico, il sistema del Comune e’ gia’ stato “implementato al massimo”, spiegano i Vigili urbani, per cui l’idea è di fare “come a Londra” e favorire l’installazione di dispositivi di proprietà di privati che vengono messe a disposizione dell’amministrazione.

La Municipale, intanto, sempre ieri  ha spiegato di aver comminato nel giro di un anno (da giugno 2011 a maggio 2012) ben 1.369 multe per violazioni al Regolamento di Polizia urbana. Di queste, 673 riguardano l’articolo 17 e quindi il divieto di “bivacco e accattonaggio” e altre 245 i comportamenti vietati in luogo pubblico (dal bagno nelle fontane alla pipi’ in strada, dalle baracche in strada allo sbattere i panni sulla pubblica via). I Vigili urbani, inoltre, urbani hanno poi effettuato 129 sgomberi (impiegando 1.370 operatori) e messo in campo 232 servizi anti-degrado e altri 124 anti-graffiti.

Articoli correlati