Casa occupata: due persone sul tetto, poi tendopoli [video]


Dopo l’arrivo della Polizia per lo sgombero. Alle 18 gli ex occupanti invitano ad un “momento di condivisione”. I comunicati e il video dello sgombero.

14 marzo 2012 - 11:26

Nel finale del video girato questa mattina, l’assessore Malagoli conferma l’atteggiamento di totale chiusura da parte della Giunta adducendo motivazioni tecniche ed eludendo il problema sociale sollevato dall’occupazione:

* * * * * * * * * *

> Aggiornamento ore 6.55:

All’alba di questa mattina la polizia è arrivata in via S. Donato 143/2 per lo sgombero della casa occupata lo scorso 3 marzo dagli Inquilini Resistenti e Asia-Usb.

Due compagni sono saliti sul tetto e le famiglie stanno resistendo dentro la  casa mentre fuori si sta formando un presidio di solidarietà e supporto alla resistenza contro lo sgombero.

Chi può venga subito a portare la propria solidarietà attiva contro l’emergenza abitativa contro gli sfratti.

Asia-Usb

* * * * * * * * * *

> Aggiornamento ore 13.43:

Questa mattina è avvenuto lo sgombero della casa occupata in via S.Donato 143/2. Gli Inquilini Resistenti hanno piantato le tende davanti alla casa, in attesa dell’incontro con l’assessore fissato per domani e dell’esito di quell’incontro.
Nel frattempo, invitiamo tutti e tutte a portare la propria solidarietà e a partecipare alla lotta. Questa sera, aperitivo alle ore 18.00 alla tendopoli di via S. Donato 143/2.

Asia-Usb

* * * * * * * * * *

> Comunicato ore 16.17:

Questa mattina è stato sgomberato lo stabile di via S.Donato 143/2. Alcuni attivisti sono saliti sul tetto per difendere la casa e i tre nuclei familiari che in essa hanno vissuto in questi giorni.

(foto (C) Michele Lapini)

Davanti alla casa si è formato subito un presidio che ha richiesto l’intervento diretto dell’Assessore alle Politiche Abitative del Comune di Bologna, Dott. R. Malagoli. Di fronte alla proposta di un incontro da tenersi domani tra l’Assessorato e l’As.I.A., il sindacato e gli Inquilini Resistenti si sono detti ancora una volta disponibili al dialogo, purchè tale incontro vada realmente a valutare la fattibilità dell’utilizzo di altri stabili sfitti di proprietà del Comune di Bologna, per di risolvere un problema, quello abitativo, che sta diventando una vera e propria emergenza.
Riteniamo che questo tavolo debba fornire risposte concrete e praticabili a chi oggi perde l’alloggio o si trova da anni in precarietà abitativa, in controtendenza con quanto è avvenuto negli ultimi anni, e dimostrando davvero quel cambiamento che questa giunta comunale ha voluto più volte sottolineare nella sua agenda politica.

Gli Inquilini Resistenti rimangono comunque in presidio, per riaffermare che non possono essere gli sgomberi la soluzione e servono risposte vere immediate poiché l’emergenza, gli sfratti, la precarietà abitativa sono all’ordine del giorno. Dopo aver allestito una tendopoli per questa notte, il presidio ha invitato tutte le realtà sociali e politiche e la cittadinanza, a portare la loro solidarietà con la lotta per il diritto all’abitare.

Questa sera, dalle 18.00 si terrà un momento di condivisione, davanti alla casa sotto sgombero di via S. Donato 143/2.

Asia-Usb

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati