Cancellieri: a giorni un regolamento di Polizia urbana “più incisivo”


Ancora un giro di vite da parte del commissario del Comune. Che non perde occasione per rilanciare quella che sembra l’unica cosa ad interessarla davvero: la campagna anti-graffiti, neanche a dirlo.

11 novembre 2010 - 23:45

Un nuovo regolamento di Polizia urbana, “più incisivo” e aderente al Pacchetto sicurezza del Governo. E’ l’ultimo giro di vite annunciato dal commissario del Comune di Bologna, Annamaria Cancellieri. Le nuove regole, dice il commissario, saranno pronte la prossima settimana.

Con l’occasione, Cancellieri rilancia la patetica crociata anti-graffiti: “Mi hanno accusato di occuparmene troppo, ma continuero’ la mia battaglia fino alla fine” perche’ “la percezione della sicurezza e’ strettamente legata al decoro urbano”. E’ una disquisizione sulla “percezione” della sicurezza, quindi, che da un tempo ormai incalcolabile spinge l’amministrazione comunale di Bologna (“politica” o commissariale che sia) ad occuparsi di tinte e pennelli piuttosto che degli effetti della crisi o dei servizi sociali, smantellati giorno dopo giorno. Queste, evidentemente, sono cose secondarie che non valgono alcuna “battaglia” per chi amministra questa città.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati