Campiaperti, solidarietà con la lotta dei NoTav


“La TAV è il simbolo di un modello di sviluppo secondo il quale sono più importanti le merci e i profitti delle persone e dei territori. Tutti scelgano da che parte stare.”

02 luglio 2011 - 16:31

Campiaperti  con  i no Tav

L’associazione Campiaperti esprime la massima solidarietà e vicinanza alle persone che,  in Val di Susa e non solo, da anni si oppongono alla costruzione della linea ad alta velocità Torino Lione.

Condanniamo l’uso della forza da parte del Governo contro chi, lo scorso lunedì, esprimeva legittimamente il proprio dissenso allo sventramento della Val Susa.

La TAV è il simbolo di un modello di sviluppo secondo il quale sono più importanti le merci e i profitti delle persone e dei territori. Un modello di sviluppo che non ci piace e contro il quale quotidianamente ci battiamo con le nostre pratiche, con i nostri mercati autogestiti.

La difesa dei beni comuni non può essere sbandierata quando fa (elettoralmente) comodo e poi accantonata quando imporrebbe una critica forte e necessaria a un modello che crea nocività e ingiustizia.

Come dicono in Val Susa: i tre SI al referendum non possono essere separati dal NO alla TAV.

Tutti scelgano da che parte stare.

I produttori e i coproduttori di Campiaperti

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati