Bologna e la crisi


.

22 ottobre 2011 - 20:46

Una serie di dati, raccolti da diverse ricerche effettuate nel capoluogo emiliano, dimostrano inconfutabilmente che la crisi continua il suo costante lavoro di macelleria sociale: sfratti, esplosione delle richieste di alloggi popolari, ingiunzioni di pagamento, redditi bassi e disoccupazione. Per via della crisi, ad esempio, le banche si sono “mangiate” mille appartamenti e i pignoramenti per insolvenza sono aumentati del 21%.. Vai all’articolo.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati