Provocazione fascista verso la fiaccolata della scuola


L’organizzazione neofascista Blocco Studentesco ha dichiarato l’intenzione di partecipare alla fiaccolata organizzata dal mondo della formazione per martedì 17 Novembre. Riceviamo e pubblichiamo il comunicato degli organizzatori che dichiarano intollerabile tale presenza in piazza.

16 novembre 2009 - 18:22

Una provocazione grave ed inaccettabile

Abbiamo appreso che l’organizzazione neofascista Blocco Studentesco(sezione giovanile di Casa Pound) ha dichiarato la propria presenza nella fiaccolata di martedě 17 indetta dal mondo della formazione di Bolognacontro i tagli del governo e per ricordare Vito, il ragazzo morto un anno fa a Torino per un crollo strutturale del suo edificio scolastico.

Riteniamo questa adesione una grave ed inaccettabile provocazione: ricordiamo tutti e tutte i fatti di piazza Navona a Roma dell’Ottobre scorso, in cui gli autodefinitisi fascisti del nuovo millennio del Blocco Studentesco attaccarono con cinghiate e botte il corteo degli studenti medi ed estrassero dal loro camion decine di mazze avvolte nel tricolorecontro gli studenti.

Il mondo della formazione e della cultura ha sempre avuto nel proprio dna gli anticorpi verso soggetti che fanno del razzismo, del nazionalismo e delle barbarie il proprio programma politico. Il mondo della scuola, dell’universitŕ, e della formazione, che si è riunito come inizio di un percorso comune e condiviso in assemblea venerdě scorso per la prima volta, non puň accettare presenze contraddittorie con le proprie pratiche, valori e obiettivi.

Con questo comunicato esprimiamo con fermezza il rifiuto di condividere la piazza di martedì con i componenti neofascisti di Blocco Studentesco e dichiariamo che la loro eventuale presenza non sarà tollerata.

Gli/le organizzator* della fiaccolata cittadina di martedì 17 Novembre

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati