Blitz a Palazzo d’Accursio: «Tenere i figli dei migranti senza permesso fuori dai nidi è razzismo»


Tpo, YaBasta! e Bartleby in comune per chiedere un incontro urgente con Cancellieri. Il subcommissario Ricciardi: «Abbiamo chiesto un chiarimento al ministero»

08 aprile 2010 - 14:37

Alcuni attivisti del Tpo, Bartleby e Ya Basta si sono presentati questa mattina a Palazzo d’Accursio chiedendo un incontro urgente con il commissario Anna Maria Cancellieri. Si tratta di un’iniziativa di protesta contro il provvedimento che esclude dagli asili nido i bambini di famiglie migranti senza il permesso di soggiorno e ne chiedono l’immediato ritiro: «E’ un approccio razzista e di stampo leghista», spiegano.

Si è presentato il subcommissario con delega al Welfare Ricciardi, che ha spiegato che «visto che la città segnala il problema», la gestione commissariale del Comune ha chiesto «un approfondimento al ministero». Ma non si poteva pensarci prima? «Avete ragione» dichiara alla stampa Cancellieri ammettendo la propria impreparazione: «In fondo siamo qui da un mese e il problema ci e’ stato scodellato dagli uffici solo in questi giorni».

Stamattina è arrivata anche la bocciatura di Palazzo Malvezzi: per gli assessori provinciali a scuola e politiche sociali l’orientamento assunto dal Comune è «inaccettabile»

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati