Bartleby sorprende il prorettore Nicoletti: “Potevamo prima conoscerci”


Il prorettore dichiara: “Per adesso non e’ successo nulla di tremendo, non sono contento ma non e’ il caso di cercare contenuti estremi che in effetti non ci sono”.

25 novembre 2009 - 18:35

“Francamente non capisco”. E’ così che il prorettore agli studenti dell’Alma Mater di Bologna, Roberto Nicoletti, ha accolto la nuova occupazione di Bartleby. Però l’incontro di domani con gli occupanti non dovrebbe saltare e per ora non e’ stato neanche chiesto alla Questura di intervenire: “Abbiamosolo chiesto alla Digos di monitorare la situazione”, spiega Nicoletti. “Sono loro che non hanno dimostrato discontinuità”, manda a dire intanto Nicoletti, perchè “occupavano con la vecchia amministrazione e occupano adesso con la nuova. Sinceramente questa occupazione preventiva, in vista dell’incontro di domani, non l’ho capita e non mi e’ piaciuta: mi aspettavo che almeno mi conoscessero prima. Se la gestione Nicoletti e la gestione Monari siano uguali o diverse e’ ancora tutto da dimostrare: io potrei essere anche peggio”. Nicoletti spiega di essere in stretto contatto telefonico con il rettore Ivano Dionigi per decidere il da farsi. Ai ragazzi di Bartleby, il prorettore dice che “non sono stati neanche cosi’ cortesi da confermarmi la loro presenza domani. Se io li trattassi come una normale controparte, domani all’incontro non ci andrei”. Infine, dichiara il prorettore, gli occupanti “non pensino che l’Ateneo non dormira’ stanotte per questa occupazione. Siamo persone tranquille e con i nervi saldi. Per adesso non e’ successo nulla di tremendo: non sono contento ma non e’ il caso di cercare contenuti estremi che in effetti non ci sono”.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati