Bartleby: “Non accetteremo uno sgombero ad agosto” [foto]


Blitz di Bartleby in rettorato, nuovo incontro con il prorettore Nicoletti. L’Università vuole iniziare i lavori negli spazi di Via S.Petronio Vecchio, dal Comune ancora nessuna risposta. Pubblichiamo il comunicato e le foto.

12 luglio 2012 - 16:26

Questa mattina ci siamo ripresentati in via Zamboni 33, sede del Rettorato dell’Università, per ribadire a chiare lettere all’amministrazione dell’Ateneo che Bartleby non si muove da via San Petronio Vecchio 30/a finchè non verranno garantiti spazi adeguati al progetto. Abbiamo deciso di prendere parola nuovamente per ricordare al prorettore Nicoletti che non acceteremo come risposta la bassezza di uno sgombero ad agosto, in una città deserta e silente.

Siamo sempre stati disponibili al confronto e abbiamo sempre agito alla luce del sole, mettendoci la faccia sempre. Ma la nostra disponibilità non ha mai incontrato prospettive concrete. Oggi di nuovo ribadiamo la necessità di aprire un tavolo di trattativa concreta tra Bartleby, università e comune e trovare una soluzione adeguata al progetto.

Se Nicoletti e Dionigi pensano di riuscire a risolvere il “problema” Bartleby senza pagare il prezzo politico di uno sgombero si sbagliano di grosso. Come sempre, non ci fermeremo e risponderemo. Come sempre mai da soli perché Bartleby negli anni ha raccolto molto consenso attorno a sé – come dimostrano la quantità e la qualità delle firme in suo sostegno che riuscimmo a raccogliere ormai un anno fa e che oggi abbiamo ripresentato in rettorato. Risponderemo insieme agli studenti e alle studentesse, ai precari e alle precarie che abbiamo incontrato in questi anni di attività culturale e di mobilitazione contro la dismissione dell’Università e le politiche di austerity.

Da qui viene la nostra forza: dallo stare dalla parte di chi si batte contro la precarietà, per più libertà nello studio e nella ricerca e contro i responsabili della crisi economica e chi sta distruggendo i più elementari istituti di welfare in questo paese, a partire dall’università, della cui distruzione riteniamo responsabili insieme ai ministri, il rettore Dionigi.

Bartleby

> Foto:


 

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati