Bartleby: «Martedì 30 novembre possiamo vincere!»


Verso l’assemblea di ateneo di lunedì 29 e il corteo del giorno successivo (Piazza Verdi h11). «Dalle lotte nel mondo della formazione crediamo sia possibile costruire una risposta a questo governo e rovesciare la crisi»

26 novembre 2010 - 21:47

> Il comunicato:

Bloccare la riforma Gelmini si può, ora!

Le straordinarie mobilitazioni di studenti e ricercatori in questi giorni hanno mostrato che un paese intero si oppone a una riforma che distrugge la ricerca e l’università pubblica e ad un governo incapace di dare risposte alla crisi.

Da Padova a Palermo, da Torino a Roma, in tutte le città italiane cortei selvaggi, blocchi metropolitani, stazioni e aeroporti occupati, facoltà in rivolta. I monumenti simbolo del paese, dal Colosseo alla torre di Pisa, parlano una sola sola lingua: ritiro immediato del ddl Gelmini!

A Bologna per la prima volta un corteo di ricercatori, docenti, studenti e ricercatori precari si è mosso compatto dimostrando quell’unità che in tanti abbiamo cercato di costruire in questi mesi. Crediamo che questa sia la strada da perseguire. Nella diversità dei linguaggi e delle pratiche assumere un obiettivo comune è ora di primaria importanza.

Questo ddl si può bloccare davvero. Il futuro dell’università non riguarda solo gli studenti ma ci parla delle speranze di un intero paese. Il governo vacilla e la legge è stata rimandata ancora una volta: uno slittamento imposto dai movimenti che con la loro determinazione in questi giorni stanno dimostrando con forza l’indisponibilità al ddl Gelmini e ai tagli del governo.

Martedì 30 novembre possiamo vincere!

Vorremmo essere chiari e schietti sulle ragioni di questo comunicato, per questo partiamo da una considerazione: per quanto le scuole e le università di questo paese stiano affermando con forza e determinazione il rifiuto dei tagli e del ddl Gelmini, noi non bastiamo a noi stessi.

Per questo lanciamo questo appello a tanti e diversi per essere con noi il 30 in piazza, per un’altra giornata di mobilitazione. A partire dalle lotte nel mondo della formazione crediamo sia possibile costruire una risposta a questo governo e rovesciare una crisi che non può ricadere sulla società civile, con tagli alla cultura e alla ricerca, precarizzazione del mondo del lavoro e criminalizzazione di ogni forma di dissenso.

Alla città di Bologna lanciamo questo invito.

LUNEDI’ 29 NOVEMBRE alle ore 19 in via zamboni 38 costruiamo una grande assemblea.

Tutte e tutti MARTEDI’ 30 NOVEMBRE in piazza Verdi alle ore 11

RIPRENDIAMOCI IL FUTURO! BLOCCHIAMO LA RIFORMA!

Bartleby – Spazio autogestito

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati