Ateneo, Cub: nuove consulenze per 300.000 euro


E intanto tagliati i punti per l’organico tecnico amministrativo che servono per la progressione di carriera e per le nuove assunzioni.

13 luglio 2010 - 18:24

Mentre calano i punti per le assunzioni del personale tecnico amministrativo, l”Universita’ di Bologna approva due contratti da quasi 300.000 euro in totale: uno per ricoprire ruoli di “presidio” della didattica e del riassetto organizzativo che gia’ dovrebbero esercitare i prorettori e il direttore amministrativo, uno che servirebbe solo per migliorare l’immagine dell’Alma mater. Lo denunciano i rappresentanti di Cub Scuola e Università all’interno del Consiglio di amministrazione dell’Ateneo.

La prima consulenza vale 230.630 euro (per un triennio), la seconda 39.500 (per un anno). Intanto, però, si e’ gia’ deciso di tagliare i punti per l’organico tecnico amministrativo e cioè quelli che servono per la progressione di carriera e per le nuove assunzioni. Tutto questo “alla faccia delle dichiarazioni rilasciate dal rettore Ivano Dionigi in campagna elettorale a proposito del taglio delle consulenze”, accusa la Cub.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati