Asia-Usb: “Bloccato un altro sfratto”


Rinviato di due settimane lo sfratto di una famiglia composta da due genitori disoccupati e due figli: “Un caso emblematico dell’emergenza abitativa in questa città”.

21 aprile 2011 - 14:03

Il “gioco dell´oca” dell´emergenza abitativa

Oggi giovedì 21 aprile l´ASIA ha organizzato un presidio per bloccare uno sfratto per morosità. La famiglia sotto sfratto è composta da due disoccupati e i loro due figli. Lo sfratto è stato rinviato di due settimane.
Il caso di questa famiglia è emblematico dell´emergenza abitativa a Bologna: dopo aver subito già due anni fa uno sfratto a seguito della perdita del lavoro, erano stati ospitati in una struttura e avevano trovato un nuovo affitto sul mercato privato grazie ad un finanziamento del Comune.  Ma appena è terminato il finanziamento, è iniziata la morosità e il nuovo sfratto.
Questo tragico “gioco dell´oca” in cui ci si ritrova sempre al punto di partenza è la situazione che vivono migliaia e migliaia di famiglie bolognesi, in assenza di politiche abitative che tutelino i lavoratori e i disoccupati.
L´unica soluzione è un piano straordinario di edilizia pubblica. Il 14 aprile, in occasione di una data di mobilitazione nazionale per il diritto alla casa l´ASIA e l´USB hanno fatto una manifestazione sotto la sede della Regione per chiedere alla Giunta l´apertura di alcuni tavoli specifici, tra cui un tavolo sulla questione abitativa in cui la richiesta è vincolare il 3% del bilancio regionale per l´Edilizia Residenziale Pubblica.
L´ASIA continuerà il percorso di mobilitazione per chiamare in causa la Regione e per ottenere soluzioni concrete.

ASIA-USB

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati