Appello per il diritto all’abitare


L’appello lanciato dalla tendopoli degli inquilini resistenti di piazza Liber Paradisus, con l’elenco aggiornato delle adesioni.

27 aprile 2010 - 17:36

Il problema abitativo sta assumendo oggi, sul nostro territorio, caratteristiche inedite e preoccupanti.
L´avanzamento della crisi che si traduce in migliaia di licenziamenti, mobilità e casse integrazioni, vede migliaia di famiglie a rischio per la perdita della casa, sia essa in affitto o gravata da un mutuo.
Mentre tutto questo colpisce chi ha contribuito alla costruzione economica e
sociale di questa città, chi, invece, ha contribuito allo scoppio della crisi economica, si arricchisce sempre più, tramite meccanismi legati alla rendita e alla speculazione.
Il diritto alla casa rappresenta una riappropriazione di reddito, è un´istanza di uguaglianza sociale che investe non solo coloro che vivono il problema sulla propria pelle, ma tutti coloro che vedono nei diritti e nelle garanzie sociali i principi di una società civile e democratica che si definisce tale.
Chiediamo quindi alle amministrazioni locali e regionali che venga tutelato
il diritto alla casa:
-per una moratoria degli sfratti per morosità
-per il finanziamento delle case popolari
-per il sostegno agli insolventi mutuo prima casa

Inquilini resistenti di Bologna

> Prime adesioni:

Associazione Inquilini e Assegnatari (ASIA-RdB)
BolognaPrendeCasa
SRU-Rete dei diritti in casa-Parma
Sportello dei diritti-Modena
Federazione RdB Emilia Romagna
Cobas Bologna
TPO
Laboratorio Crash
Bartleby
Collettivo Aula1 Giurisprudenza
Studenti universitari Politecnico09
Ass Torni Babele
Proletaria Boxe Bologna
Vag61 – Spazio libero autogestito
Circolo Navile Prc
Prc Bologna
Sinistra Critica
Partito Comunista dei Lavoratori
Rete dei Comunisti
Wu ming
Valerio Evangelisti
Giorgio Gattei
Valerio Romitelli

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati