Dopo l’occupazione del Baraccano e il blocco di porta San Mamolo, antifascisti in corteo fino al Nettuno [diretta+audio+nuove foto]


Anticipato a sorpresa il presidio contro Casapound. Carica dei Carabinieri, un ferito. Impedita l’iniziativa fascista al Baraccano, confinata in altra sede. Poi corteo dai viali al Nettuno, violando il divieto prefettizio. La diretta dai nostri inviati.

26 febbraio 2011 - 11:59

> Le foto di Photoboom

> Le foto della redazione

> Corrispondenze audio

> La diretta della giornata:

> Ore 16,10
Il corteo è arrivato in piazza del Nettuno, violando il divieto prefettizio. Termina così un’intensa giornata di mobilitazione antifascista, che grazie alla determinazione di numeros* compagn* ha impedito lo svolgimento dell’iniziativa sul nucleare di Casapound al Baraccano, confinandola in via San Mamolo (presenti appena 15 persone), nonostante ancora una volta le forze dell’ordine si siano schierate a difesa dei “fascisti del terzo millennio” e la politica istituzionale sia rimasta nel più completo e complice silenzio.

> Ore 15,55
I manifestanti dichiarano di voler violare l’ordinanza che vieta di manifestare in centro durante il fine settimana, dirigendosi in piazza Nettuno

> Ore 15,50
Gli antifascisti si muovono nuovamente in corteo, imboccando via D’Azeglio in direzione centro

> Ore 15,35
Il corteo ha raggiunto porta San Mamolo. Gli antifascisti occupano l’incrocio bloccando il traffico dei viali.

> Ore 15,20
Sono 500 gli antifascisti in corteo lungo i viali

> Ore 15,10
Gli antifascisti stanno lasciando il Baraccano per dirigersi in corteo, lungo i viali, verso porta San Mamolo con l’intenzione di bloccarla. La sala dell’Angelo è presidiata dalle forze dell’ordine. Gli striscioni: “Fascisti? Su marte!”, “Nazifascisti deponete le armi o perirete”, “Contro ogni fascismo”, “Fuori Casapound dalle città”, “Casapound e nucleare, due nocività da distruggere”.

> Ore 15,05
Sembra che l’iniziativa di Casapound sia stata spostata alla sala dell’Angelo, via San Mamolo, sempre sotto la competenza del quartiere Santo Stefano. Gli antifascisti stanno valutando la situazione per decidere il da farsi.

> Ore 14,15
Sembra che i fascisti di Casapound si siano allontanati dal Baraccano, ma non è chiaro se intendano tornare più avanti con l’intenzione di svolgere la conferenza. Dal Baraccano occupato, gli antifascisti: “Stiamo impedendo l’iniziativa di Casapound e non ce ne andremo finchè questa non verrà annullata. Vergognoso il comportamento della celere così come il silenzio dei rappresentanti della politica e delle istituzioni”.

> Ore 13,40
Poco fa uno sparuto gruppetto di fascisti di Casapound ha raggiunto i giardini del Baraccano con l’intenzione di confermare l’iniziativa sul nucleare. Gli antifascisti replicano che l’occupazione continuerà fino a che non si avrà la certezza che l’iniziativa non si svolgerà, tanto che si sta organizzando anche un pranzo sociale. Nel frattempo si apprende che il ragazzo ferito nel contatto con le forze dell’ordine è stato accompagnato in ospedale.

> Ore 13,20
Gli antifascisti continuano ad occupare la sede del quartiere Santo Stefano. Gli uffici sono stati chiusi e all’esterno si vede un enorme schieramento di forze dell’ordine. Guarda le foto inviate in diretta dai nostri corrispondenti:
.

.
> Ore 12,25
All’interno del Baraccano è in corso una conferenza stampa. Gli antifascisti: “Non ce ne andremo con le buone finchè non sarà revocata la concessione della sala a Casapound e quel poco di politica istituzionale che c’è in città non avrà preso posizione”. Si denuncia anche il “comportamento vergognoso” della celere. Appeso uno striscione: “Fuori Casapound dalle città!”

> Ore 12,10
Si apprende che anche il resto del presidio antifascista è riuscito ad entrare nel Baraccano grazie ad un ingresso laterale, aggirando i Carabinieri. C’è almeno un ragazzo ferito alla testa. L’intenzione è quella di svolgere un’assemblea pubblica e resistere all’interno fino a che l’iniziativa di Casapound non sarà stata impedita. I manifestanti temono che le forze dell’ordine vogliano sgomberare e per questo ribadiscono l’appello: tutte e tutti in via Santo Stefano.

> Ore 12,05
In questo momento tutti gli antifascisti sono riusciti ad entrare nell’atrio del Baraccano.

> Ore 12
Numerosi antifascisti sono già in questo momento al Baraccano, in via Santo Stefano 119, dove nel primo pomeriggio è annunciata un’iniziativa sul nucleare dei “fascisti del terzo millennio” di Casapound. Gli antifascisti hanno giocato di anticipo rispetto al presidio convocato pubblicamente per le 14.

Pochi minuti fa alcuni compagni, un gruppo di dieci, sono riusciti ad entrare dentro la sede del quartiere dall’ingresso posteriore. Quando il resto del presidio ha cercato di seguirli, i Carabinieri si sono frapposti caricando brevemente gli antifascisti nei giardini del Baraccano. Da via Santo Stefano si invitano tutte e tutti a raggiungere il presidio antifascista.[display_podcast]

Articoli correlati