Anche i centri estivi sotto la scure dei tagli


Usb: “In gestione alle società sportive, con un impoverimento ulteriore della qualità dei servizi a danno degli utenti e dei lavoratori”.

07 giugno 2011 - 14:25

Tempesta d’estate

Arriva nell’azzurro cielo dell’estate bolognese l’ennesimo colpo inferto dal commissario Cancellieri alla città di Bologna, ai lavoratori e ai cittadini.

I centri estivi per bambini del territorio, fino ad oggi appaltati alle cooperative sociali, quest’anno saranno dati in gestione alle società sportive per effetto dei tagli al welfare decisi dal commissario.

Il risultato di questa manovra è l’impoverimento ulteriore della qualità dei servizi a danno degli utenti che non troveranno continuità rispetto al percorso scolastico.

L’altra faccia di questo provvedimento è quella terrorizzata dei lavoratori delle cooperative sociali che rischiano di rimanere senza lavoro per tutto il periodo estivo nonostante molti abbiano contratti a tempo indeterminato che le cooperative non onorano.

Ultimo dolente anello della catena sono i lavoratori delle polisportive chiamati a fornire lo stesso servizio con meno tutele e con un salario indegno.

Di fronte a questa situazione degradante e pericolosa siamo pronti alla mobilitazione.

USB Lavoro Privato – Coop Sociali

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati