Alma Mater. Molti abbandoni tra primo e secondo anno. Record di studenti fuori sede.


Presentati i dati dell’indagine del Cnvsu. Alma Mater in coda agli altri atenei della regione per numero di abbandoni da parte delle matricole.

22 ottobre 2009 - 13:29

Il Comitato nazionale di valutazione del sistema universitario, che ha indagato su 61 atenei italiani, rivela che l’Alma Mater e’ in coda agli altri atenei dell’Emilia Romagna per numero di abbandoni tra il primo e il secondo anno. “Da noi si registrano piu’ abbandoni tra primo e secondo anno, perche’ abbiamo il record di studenti fuori sede, e comunque andiamo meglio degli altri grandi atenei nazionali”, commenta il rettore PierUgo Calzolari, e continua: “se si considerano le ‘vere’ matricole, quelle che cioe’ arrivano a pagare almeno la seconda rata delle tasse, la nostra percentuale oscilla tra il 12 e il 14 per cento a seconda dei tipi di corso”. Soddisfatto il Magnifico, incalza sull’argomento il Prorettore agli studenti dell’Università di Bologna, Paola Monari, ammettendo le reali difficoltà degli studenti fuori sede in questa città. “Nel 2006 abbiamo registrato oltre ventiduemila matricole, tra le quali, quelle provenienti da fuori regione erano tante quante quelle dell’Emilia Romagna. Una quota di fuori sede di gran lunga superiore a quella degli altri atenei italiani. E’ comprensibile quindi che i nostri studenti, col costo che ha la vita a Bologna e i disagi di vivere lontano da casa, possano piu’ facilmente decidere di tornare da mamma e papa’, e magari di iscriversi a un ateneo piu’ vicino.”

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati