Alla tendopoli è “tutto esaurito”


Lo spazio in piazza Liber Paradisus è finito e chi vuole partecipare deve fare i turni. Intanto parte una raccolta firme e oggi gli inquilini resistenti vanno al Pilastro.

19 aprile 2010 - 14:21

La tendopoli degli inquilini resistenti di piazza Liber Paradisus e’ al completo: “Stiamo crescendo moltissimo”, raccontano Asia-Rdb e BolognaPrendeCasa, “anzi stiamo impedendo ad altre persone di aggiungere la propria tenda, non c’e’ piu’ spazio”. Cosi’, per permettere a piu’ persone di partecipare, e’ scattato un meccanismo di “turnazione” e i manifestati si danno il cambio in tenda. Al tredicesimo giorno di presidio permanente, sono circa 25 le tende piantate sotto le finestre della nuova sede comunale (più del doppio rispetto all’inizio del presidio).

Dalla tendopoli, intanto, partono due nuove iniziative:

Appello per il diritto alla casa

Il problema abitativo sta assumendo oggi, sul nostro territorio,
caratteristiche inedite e preoccupanti. L´avanzamento della crisi che si
traduce in migliaia di licenziamenti, mobilità e casse integrazioni, vede
migliaia di famiglie a rischio per la perdita della casa, sia essa in
affitto o gravata da un mutuo. Mentre tutto questo colpisce chi ha
contribuito alla costruzione economica e sociale di questa città, chi,
invece, ha contribuito allo scoppio della crisi economica, si arricchisce
sempre più, tramite meccanismi legati alla rendita e alla speculazione.

Il diritto alla casa rappresenta una riappropriazione di reddito, è
un´istanza di uguaglianza sociale che investe non solo coloro che vivono
il problema sulla propria pelle, ma tutti coloro che vedono nei diritti e
nelle garanzie sociali i principi di una società civile e democratica che
si definisce tale.

Chiediamo quindi alle amministrazioni locali e regionali che venga tutelato
il diritto alla casa:

-per una moratoria degli sfratti per morosità
-per il finanziamento delle case popolari
-per il sostegno agli insolventi mutuo prima casa

Firma l’appello degli inquilini resistenti

Asia-RdB
BolognaPrendeCasa


Sei schiacciato da affitti impossibili?
Stai aspettando da anni una casa popolare?
Vivi ancora con i genitori o i nonni perché non riesci a pagare un affitto?

Sportello al Pilastro per il diritto alla casa
Lunedì 19 aprile h.17.30 in via G.D´Annunzio

Ma cosa fanno le amministrazioni e la politica? Danno tutela ai grossi
proprietari immobiliari, svendono il patrimonio pubblico, fanno guadagnare
speculatori e padroni. Questi signori delle ville sui colli fomentano poi
una guerra fra poveri che porta a scannarsi per una casa popolare, mentre
loro ci guardano divertiti e al sicuro dai loro comodi e lussuosi alloggi.
Lamentarsi non serve, per cambiare bisogna organizzarsi così come stanno
facendo gli inquilini resistenti della tendopoli di piazza Liber Paradisus.
Lottare per ottenere più diritti, economici e sociali, significa fare i
propri interessi. Oggi questa crisi la sta pagando solo una parte della
società, mentre l´altra diventa ancora più ricca a scapito di chi perde
lavoro e casa. Facciamo sentire la nostra voce per ottenere un vero piano
casa, che rimetta al centro le case popolari, che consenta a ognuno di
pagare in base a quanto guadagna.

Per più case popolari
Per la requisizione delle case sfitte private
Per gli interessi popolari contro gli interessi privati

Asia-RdB
BolognaPrendeCasa

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati