“Aggressione e stupro, ma la Questura espelle una delle vittime”


In base a quanto riferisce un comunicato dell’associazione “Nazione Rom”, sarebbe successo all’alba di mercoledì 13 giugno in via Firenze.

15 giugno 2012 - 19:22

Gli aggressori si sono prima accertati che fossero rom. Dopodichè li hanno derubati, e poi, non contenti, li hanno pestati. Al pestaggio è poi seguito uno stupro di gruppo ai danni di lei, incinta. I due giovani stavano dormendo in un giardino pubblico, tra via Firenze e via Torino, quando sono stati aggrediti da sei persone. A riferire dell’episodio è un comunicato dell’associazione “Nazione Rom”. Verso le due del mattino, una volta finito l’incubo, le vittime riescono a chiamare aiuto; i due vengono raggiunti dalla polizia e dal 118, e quindi portati all’ospedale Sant’ Orsola. Al ragazzo viene diagnosticata una frattura del setto nasale.

Infine, intorno alle sette del mattino, l’epilogo. I due vengono prelevati dall’ospedale e portati in questura. Dopo la denuncia dell’aggressione (pare che sia stata redatta senza riportare peraltro l’episodio dello stupro)  il ragazzo viene trasferito in camera di sicurezza; anche se nato in Italia da genitori bosniaci, gli viene notificato un provvedimento di espulsione, in quanto sprovvisto di regolare permesso di soggiorno.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati