Ravenna / Polizia contro antifascisti e antirazzisti


Repressione di un presidio di antifascisti e antirazzisti: tutti fermati. I giovani erano in piazza contro Forza Nuova e per rivendicare giustizia e verità sull’ennesimo morto per mano della Polizia.

17 aprile 2012 - 13:14

(dal sito di Radio Onda D’Urto)

La notte di Pasqua, a Ravenna, la polizia ha ucciso un giovane migrante durante un posto di blocco.

Da allora diverse le proteste in città, di migranti e antirazzisti, per chiedere di fare verità e giustizia e denunciare il clima vessatorio che colpisce non solo la città di Ravenna.

Lunedì 16 aprile, i neofascisti di Forza Nuova avevano annunciato un presidio, offensivo e strumentale, “a sostegno” dell’operato delle FdO e “per la sicurezza in città”.

Antifascisti e antirazzisti ravennati si sono dati appuntamento per un contropresidio spontaneo, nella piazza del Municipio, in centro alla cittadina.

Il presidio dei neofascisti non si è poi tenuto, ma la polizia ha accerchiato i compagni e le compagne per portarli in Questura, uno ad uno.

Senti il racconto di una compagna di Ravenna dalla piazza del Comune dove si trova accerchiata dalle FdO.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati