16/10 Band’Armanda 10 anni party a Vag61


Venerdì 16 ottobre’09 dalle 19 in via Paolo Fabbri 110

16 ottobre 2009 - 14:58

Vag61 ospita il concerto organizzato da Band’Armanda per festeggiare i dieci anni di attività insieme a numerosi ex membri del gruppo ed ospiti. “Siamo un gruppo nutrito e percussivo, di natura trascinante e sonorita’ pianistico venatoria, intriso del genere smoking e acceleramente rallentato dalla schizofrenia acustica”.

> Ospiti Speciali:

Elementi Nocivi – rap hardcore

Elisa Fontana – performer

Pablo Cialella  – cantautore

Voci e percussioni dall’Africa

band'armanda

Abbiamo fondato Band’Armanda  a Bologna nel settembre 1999.

Siamo un gruppo nutrito e percussivo, di natura trascinante e sonorita’ pianistico venatoria, intriso del genere smoking e acceleramente rallentato dalla schizofrenia acustica.

Evoluta nelle spire del blues, Band’Armanda spreme l’assenza di significato nel subdolo intento di trasmettere un messaggio qualsiasi di PACE e di sviluppare un agglomerato strumen-tale in crescita esponenziale, con l’obbiettivo di creare un’unica Banda con la popolazione mondiale tutta .

Una delle nostre caratteristiche essenziali è quindi l’apertura assoluta dell’organico del gruppo e la ricerca di un incastro sempre nuovo.

La musica che produciamo si definisce sia nell’esperienza di improvvisazione che in quella di composizione e interpretazione ma anche e soprattutto nell’incontro casuale delle onde sonore.

Pianoforte, basso, chitarra, percussioni, flauto dolce tenore, tromba, sax, armonica a bocca e svariati altri tipi di strumenti di volta in volta interagiscono nella ricerca di armonie che ci piace definire lirico-etnico-jazz .

Pietra fortunata: Aliotis (che però è un mollusco).

Dicono di noi: “Sentimento, passione, improvvisazione e armonia sono gli elementi dominanti del progetto. La musica fluisce e trascina con se i partecipanti durante le prove e nelle esibizioni pubbliche. Attraverso l’improvvisazione i brani si dilatano, come se quasi non trovassero chiusure…”

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati