«L’ascia di guerra è dissotterrata»


Comunicato di Sabin e Rosa Luxemburg occupati:«Il No Gelmini Day daremo battaglia»

23 novembre 2010 - 14:50

Bloccheremo tuttoDopo quattro giorni di blocco totale della didattica al Sabin e due alle Rosa Luxemburg, decine di tavoli di lavoro e discussione, ore di momenti di aggregazione e socialità altra, libera circolazione e condivisione di sapere, è arrivato il momento di uscire dalle nostre scuole, e portare le nostre esperienze negli altri istituti in preoccupazione di Bologna.
Ci siamo divisi in più gruppi e partendo dalle nostre occupazioni in mattinata abbiamo distribuito 8000 (ottomila) volantini nella maggior parte degli istituti cittadini, con il quale ci rivendichiamo le occupazioni e spieghiamo ai nostri compagni le motivazioni che ci hanno portato a ciò, rilanciando le lotte publicizzando la giornata del 25 novembre.
Tra gli studenti la nostra presenza in mattinata di fronte alle loro scuole, è stata ben gradita, si fermavano per discutere e chiedere informazioni e novità, dandoci la totale solidarietà per il coraggio con cui stiamo portndo avanti la protesta, in attesa che nche nei loro istituti possa iniziare un periodo di blocco totale.
Con questo volantinaggio abbiamo reso pubblico che la giornata del 25 vedrà la nostra presenza in massa nelle strade di Bologna, in una giornata in cui daremo battaglia, un NO GELMINI DAY, che farà sentire il vero spirito di questo periodo e cioè del blocco totale.
Il volantinaggio di oggi è stato un gesto per la pubblicizzazione e aprire la discussione sulla giornata del 25 novembre, in cui il governo dopo anni di lotte studentesche, vorrebbe sferrare un forte attacco alla scuola e al nostro futuro: il ddl Gelmini potrebbe passare in prlamento insieme a quel pezzo di finanziaria della precarietà e al finanziamento, in controsenso ai tagli alla scuola pubblica, alle scuole private.
Per questo crediamo che è arrivato il nostro momento di tornare in piazza, sarà una giornata di battaglia, in cui forti delle nostre occupazioni con le quali abbiamo trasformato le nsotre scuole in villaggi di spere libero e ribellione, bloccheremo la città e assedieremo i fortini della crisi.
L’ascia di guerra è dissotterrata, come spiega bene il nostro volantino distribuito oggi.
Che se ne vadano via tutti.

25 novembre, ore 9.30 appuntamento in Piazza Maggiore, NO GELMINI DAY, giornata nazionale di lotta e di blocco.

SABIN OCCUPATO
ROSA LUXEMBURG OCCUPATO

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati